Motospia

Alvaro Bautista sarà sulla Ducati Panigale V4R nel 2022 Siglato l’accordo con il team SBK

Bautista

L’annuncio di Scott Redding alla BMW per il 2022 ha scatenato il classico domino del mercato piloti. Oggi l’annuncio del ritorno dello spagnolo Alvaro Bautista nel team ufficiale Ducati dopo due anni in Honda. 

Ora la notizia che nel paddock del mondiale Superbike circolava gà da tempo è ufficiale: Alvaro Bautista tornerà a difendere i colori del team Aruba.it Racing – Ducati nella stagione 2022 del mondiale delle derivate di serie.

Dopo essersi laureato nel 2006 Campione del Mondo della classe 125  ottenendo 8 vittorie e 14 podi in totale, nelle tre stagioni successive Alvaro Bautista ha partecipa al campionato mondiale 250 conquistando 8 successi e 24 podi complessivi.

Bautista

Il pilota spagnolo – nato a Talavera de la Reina (Toledo, Spagna) il 21 novembre 1984 – approdò in MotoGP nel 2010 (ottenendo tre podi tra il 2012 ed il 2014) per poi salire in sella alla Ducati Desmosedici GP nelle stagioni 2017 e 2018.

Il suo esordio nel mondiale Superbike è avvenuto nel 2019 con la Panigale V4R del team Aruba.it Racing – Ducati. In quella stagione ha ottenuto 16 vittorie (24 podi in totale) chiudendo al secondo posto nella classifica del campionato. Bautista prenderà il posto di Scott Redding, che ha appena annunciato il suo accordo con il tema ufficiale BMW per il 2022.

Il ritorno di Bautista sulla Panigale V4R era indicato da tempo come cosa fatta. Sia lui che la Ducati devono dimenticare due anni di scarse soddisfazioni dopo il trionfale avvio di stagione 2019, nella quale il pilota spagnolo sembrava lanciato verso una sicura conquista del mondiale. Mondiale che perse in favore di Jonathan Rea con un disastroso finale di stagione.

Ora sia lui che la Ducati avranno modo di rifarsi.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto