Motospia

La Honda NT1100 arriva già nel 2022 Dopo le indiscrezioni, arrivano le conferme

Honda NT1100

Si parla da tempo di una Sport Tourer Honda equipaggiata con il motore bicilindrico dell’Africa Twin, e ora arriva la conferma dalle omologazioni ottenute in Europa. La vedremo molto presto nei concessionari. 

Nei mesi scorsi abbiamo parlato più volte di nuovi modelli Honda che sarebbero stati equipaggiati con il moderno motore bicilindrico dell’Africa Twin. Ora Honda ha ottenuto l’omologazione in Europa per due modelli NT1100 a conferma che le nuove moto saranno in vendita entro pochi mesi. Le voci giapponesi, che inizialmente chiamavano la moto  “CB1100X”, suggeriscono una moto da strada con una posizione di guida alta. Qualcosa di simile alla  BMW S 1000 XR o alla Honda VFR800X Crossrunner o ancora alla NC750X della Honda uscita di  produzione. 

Honda NT1100

Con il nome in codice interno SC84 confermato sui documenti di omologazione, la NT1100 è quindi una moto da strada piuttosto che un altro modello in stile adventure. Nel “vocabolario” interno di Honda, la lettera “S” si riferisce a motori oltre 900 cm3 e la “C” indica una moto da strada. L’NT1100 è l’84° progetto di questo tipo di Honda. La CRF1100L Africa Twin, al contrario, è siglata internamente come SD08, con “D” che indica i modelli  fuoristrada.

Honda NT1100

Le omologazioni indicano che Honda offrirà due versioni della moto: la NT1100A e la NT1100D, che riflettono quanto succede con la gamma Africa Twin. L’NT1100A è la versione base, con cambio manuale e specifiche inferiori, mentre l’NT1100D utilizzerà il cambio semiautomatico DCT di Honda e avrà altre modifiche tra cui un parabrezza più alto.

La potenza del motore da 1.084 cm3 rimane di 101 CV a 7.500 giri/min. Ma la moto è più corta, più stretta e più bassa dell’Africa Twin. I numeri mettono la NT1100D allo stesso livello della  vecchia VFR800X Crossrunner in termini di dimensioni e anche in termini di prestazioni.

Honda ha precedentemente depositato brevetti per due distinti design del telaio. Entrambi chiaramente destinati a un modello stradale basato sul motore Africa Twin. Il primo era un telaio in stile monotrave superiore con un unico tubo principale sopra il motore, mentre il secondo era un design a traliccio con sezioni in lega pressofusa attorno al perno del forcellone. Sembra che quest’ultima sia poi la soluzione scelta.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto