Motospia

Nuovi telai per una stradale Honda con il motore Africa Twin 1100

stradale honda

Pare che il nuovo bicilindrico dell’Africa Twin 1100 darà vita anche ad una inedita moto stradale dallo stile neo-retrò. Quel tipo di moto che attualmente nel listino Honda esiste solo con motori a quattro cilindri. 

Il motore bicilindrico parallelo della nuova Honda Africa Twin potrebbe essere usato anche su una nuova moto stradale. I brevetti recentemente pubblicati mostrano che la Casa di Tokyo ha già progettato due diversi tipi di telai per realizzarle.

Da molto tempo nessun costruttore è più in grado di sostenere i costi di progettazione e sviluppo di un nuovo motore pensando poi di usarlo solo su un modello. Quando si realizza un motore lo si fa pensando già a tutta una serie di modelli su cui spalmare i cospicui costi di sviluppo. E, come vi abbiamo già detto tempo fa, un modello di cui i concessionari Honda sentono una grande mancanza, è una moto stradale di grande cilindrata che possa fare concorrenza alla varie Yamaha Tracer, BMW XR 1000, Kawasaki 1000 SX, ecc ecc. Al Salone di Milano si era visto un prototipo, la CBX 4, che faceva pensare che la cosa fosse in fase di studio. Ma in quel caso il motore è un quattro cilindri in linea.

Due brevetti di telai che sembrano fatti apposta per il nuovo bicilindrico dell’Africa Twin.

Ora arrivano dei brevetti di telai diversi che sembrano studiati proprio per “vestire” da stradale il motore dell’Africa Twin. 

Ma in questo caso si potrebbe trattare di modelli dallo stile neo-retrò o café racer. I nuovi brevetti mostrano due design del telaio completamente diversi che però sembrano competere per lo stesso obiettivo. Uno è un telaio in acciaio a culla, con un tubo centrale superiore e un trave anteriore a sezione quadra che si sdoppia nella culla sotto il motore. Il secondo è un telaio dall’aspetto più sportivo con una sezione superiore in acciaio a traliccio imbullonata a due piastre laterali in alluminio che supportano il perno del forcellone.

stradale honda

Entrambi i progetti, tuttavia, sembrano chiaramente costruiti attorno alle stesse misure chiave. Mostrano il medesimo posizionamento identico per attacchi forcella, forcellone, sella e pedane, e soprattutto lo stesso motore derivato dall’Africa Twin.

stradale honda

Dai componenti chiave condivisi sembra che la moto finale sia destinata a essere una stradale sulla falsariga della CB650R o CB1000R. La forcella è a steli rovesciati con pinze dei freni anteriori radiali, le pedane sono relativamente alte e arretrate e i manubri  sono larghi, relativamente dritti e abbastanza bassi. Entrambi i design sembrano utilizzare un supporto sella in lega e sarebbero adatti per uno stile neo-retrò come si vede appunto su CB650R e CB1000R.

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto