Motospia

Il punto sulla linea: HONDA CB1000 R

Honda CB1000 R

Honda CB1000 R : Forza ed equilibrio

La cosa che colpisce subito è la cura delle superfici degna delle realizzazioni del marchio. Dalla vista laterale si capisce che la linea è concepita per celle, cosa che conferisce un senso di forza e minimalismo. Le masse sono molto bilanciate tra anteriore e posteriore, la ruota posteriore non è troppo fuori sagoma come spesso capita in questo segmento.

Il parafango posteriore è molto ben disegnato a differenza di altre realizzazioni dei concorrenti ed il suo impatto sulla linea molto raccordato rispetto alla dinamica del forcellone.

La plancia cerca di sfuggire un po’ dal minimalismo da smartphone ormai imperante e gioca una combinazione di strumento circolare e rettangolare pur sempre nella logica digitale.

Ben disegnata la sella e la sua copertura. Bellissimo il codino monoposto optional in due materiali satinato e plastico.


Uno splendido esempio di come in questo segmento si può disegnare una moto audace e nello stesso tempo equilibrata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto