Motospia

BMW Group, l’elica gira forte nel primo trimestre 2017

BMW Group sorprende i mercati con alcuni dati finanziari per il primo trimestre dell’anno, che si è dimostrato sopra alle attese grazie anche ad alcune poste di natura straordinaria. Molto bene la divisione Moto, che incassa un +33% sull’utile ante imposte rispetto allo stesso periodo del 2016.

Nel primo trimestre 2017  BMW Group ha realizzato un risultato economico molto positivo: l’utile ante imposte si è attestato a €3mld, con un generoso +26.9% rispetto allo stesso trimestre del 2016. I ricavi nel periodo si attestano a €23mld, con un incremento del 12,4% rispetto allo scorso anno (€21mld).

Una bella sorpresa per gli azionisti del gruppo (famiglia Quandt in primis) e per gli analisti finanziari che seguono l’andamento del titolo, che sostanzialmente è agli stessi livelli di prezzo per azione dello scorso anno.

Importante il contributo a questo quadro particolarmente roseo di alcune poste straordinarie, quali i proventi dall’ingresso di nuovi investitori nel servizio di mappe Here, alcune rivalutazioni di asset ed una più generosa contribuzione al risultato della joint venture con il costruttore cinese Brilliance.

BMW
BMW Brilliance, un esempio della joint venture con l’azienda cinese che ha dato importanti risultati nel conto economico del Gruppo nel primo trimestre 2017

Molto buona la performance della divisione Moto di BMW Group, che nel periodo Gennaio-Marzo mostra un utile ante imposte di €125mln, più alto del 33% rispetto al 2016 (€94mln). Certamente le recenti aggiunte al listino (come la G 310 R) o le sostituzioni tra i best seller della casa iniziano a dare i loro frutti. Ad esempio già a Marzo in Italia si è sentita la scossa della nuova BMW R 1200 GS, che ambisce a riprendersi in fretta lo scettro di più venduta del segmento da poche settimane appannaggio della Honda Africa Twin.

BMW
La versione Exclusive della R1200GS, modello presentato per il 2017 presto disponibile in concessionaria

Lasciando per un secondo da parte i numeri del trimestre, cari agli analisti finanziari ma poco affascinanti per noi semplici appassionati, ci portiamo comunque a casa un messaggio interessante.

BMW Gruop dimostra, dati alla mano, che produrre veicoli (non solo nei segmenti più elitari) paga bene se dietro ci sono linee guida strategiche ben disegnate e manager competenti ed attenti. Un esempio per tante altre case che, grazie ai signori di Monaco, si trovano con qualche alibi in meno da opporre ad azionisti e clienti.

I risultati completi del primo trimestre del 2017 saranno pubblicati il ​​4 maggio 2017, anche se non ci attendiamo grosse novità rispetto a quanto già annunciato. Di sicuro si tratta di un avvio d’anno spumeggiante per la casa dell’elica, che potrà beneficiare anche dei risultati dell’esclusiva moto HP4 Race, da qualche giorno finalmente ordinabile (si fa per dire, solo 750 esemplari ad un prezzo di ottantamila euro…)

BMW
I primi disegni della BMW HP4 Race

© 2022, MBEditore - TPFF srl. Riproduzione riservata.


Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto