Verifica. Consigli per ripartire alla grande dopo una lunga pausa.

Come iniziare la stagione motociclistica al meglio dopo una lunga pausa?

L’ aria comincia ad essere bella piacevole, l’ asfalto si scalda, è ora di riaccendere il motore.

 

Verifica. Che sia stato per il lungo e gelido inverno, che tu abbia fermato la moto per motivi personali, è importante ora far sì che la motocicletta sia “pronta per la strada” dopo il lungo rimessaggio.

E contemporaneamente è altrettanto importante che anche TU sia pronta a risalire in sella!

Quindi ecco alcuni consigli per ripartire alla grande!

La tua moto

Se hai messo del grasso antiruggine su alcune parti della moto in previsione della lunga pausa, rimuovilo tutto per bene. Puoi utilizzare un panno in cotone e del detergente specifico oppure un poco di benzina.

Controlla poi il livello dei liquidi. Olio, liquido dei freni e se necessario ricarica i serbatoi. Utilizza sempre le indicazioni fornite dal libretto di uso e manutenzione. Ricorda di verificare anche il liquido di raffreddamento.

A questo punto riempiamo per bene anche il serbatoio!

Controlliamo la tensione della catena e regoliamola se molle. Verifichiamo anche l’ usura dei denti della corona e, se necessario, ingrassiamo la catena.

Passiamo alle ruote: verifichiamo la pressione dei pneumatici con un manometro e portiamola a livello indicato da libretto. A questo punto dobbiamo vedere lo stato d’ usura del pneumatico. Inutile lesinare, se non c’è più battistrada compriamo delle gomme nuove!!

E dato che siamo già chinati sulle gomme, buttiamo un attento occhio anche alle pastiglie dei freni. Che dite, cambiamo? Ultima verifica sui cavi dei freni, che non presentino segni di usura.

Giunti a questo punto é il momento di ridare vita alla nostra moto. Si spera che la batteria non si sia scaricata durante la lunga pausa…incrociamo le dita!

Verifica sempre i liquidi.

 

Se l’ avete tenuta sotto carica o se l’ avete scollegata durante il rimessaggio non dovrebbe avere grossi problemi. In ogni caso, prima di sostituirla se non dà segni di vita, provate a pulire bene con un panno asciutto i collegamenti e caricarla. Per alcune batterie c’è da verificare anche il livello di elettrolito, e nel caso aggiungere acqua distillata. Se funziona siete..in sella!

La nostra fedele due ruote è quasi pronta. Controlliamo e regoliamo gli specchietti. Tiriamo eventuali dadi e bulloni allentati dalla stagione precedente. Verifichiamo che la targa sia saldamente fissata al suo supporto (non avete idea del casino di cose e documenti da fare se si perde la targa!!!).

Passiamo ad un’ulteriore verifica. Controlliamo tutte le luci, soprattutto freni e indicatori di posizione. Testiamo per sicurezza anche il clacson, in emergenza è utilissimo che funzioni!

Ultimo consiglio: mettiamo sotto la nostra moto un bel pezzo di cartone o della carta da giornale e lasciamola per tutta la notte. Se il giorno dopo non presenta macchie d’olio o altri liquidi vuol dire che è tutto OK!

Passiamo a noi.

Prima di salire in sella dobbiamo assicurarci che tutto il nostro abbigliamento protettivo sia pulito ed in ottime condizioni.

La verifica comincia dagli stivali: ispezioniamo suole, fibbie ed elementi di fissaggio. Se sono rotti dove possibile sostituiamoli, oppure compriamo nuove calzature.

E’ il momento di pantaloni e giacca o tuta. Controlliamo che il materiale non si sia deteriorato, che non presenti strappi (nel caso abbiate pazienza, se il buco è piccolo andate dal calzolaio e fatevi ricucire il tutto). Verificate che siano inseriti e ben posizionati gli inserti protettivi di sicurezza quali ginocchiere, spalliere e gomitiere. Buttiamo un occhio anche ai guanti, si usurano facilmente e magari è il caso di acquistarli nuovi!

Le chiusure lampo funzionano e scorrono bene? Ottimo!

Passiamo al casco. Primissima cosa: il casco ogni 3 massimo 5 anni va sostituito. Se non è un reperto anteguerra puliamo con un detergente specifico delicato o con un semplice panno inumidito gli interni.

Poi, sempre con prodotti specifici, puliamo bene anche la calotta esterna.

Se possibile smontiamo la visiera e laviamola sotto l’ acqua tiepida con una goccia di sapone liquido per piatti, asciugandola poi con un panno in cotone.

Tutto a posto, ma noi siamo arrugginiti?

L’ eccitazione per la prima uscita in strada è tanta, ma attenzione è il momento più critico.

In fin dei conti siamo fermi da settimane, magari mesi. Rinfreschiamo mentalmente i passaggi chiave e concentriamoci, stiamo per scendere in strada in mezzo agli altri utenti.

Se non ci sentiamo sicuri andiamo per la prima uscita in un bel piazzale spazioso e vuoto e dedichiamo qualche ora a riprendere confidenza con il nostro mezzo facendo alcuni semplici esercizi con dei birilli. Come fossimo con un istruttore.

Esercizi. Cosa fare?

Qua la verifica da fare si basa tutta su una serie di esercizi abbastanza semplici. Rettilineo a bassa velocità per riacquistare l’ equilibrio sulla moto. Rettilineo a media-alta velocità per fare una frenata di emergenza (mettete due birilli a terra e non oltrepassateli con la ruota anteriore, come fossero un muro!).

Scendiamo dalla sella e spostiamo la moto spenta, sia avanti che indietro. Utile in certe situazioni di parcheggio.

Facciamo alcuni slam tra i birilli e proviamo a fare un brusca virata sia a destra che a sinistra come se dovessimo evitare un ostacolo improvviso.

Non vi sentite ancora pronti a sufficienza per godervi la stagione?

Beh, potete sempre cercare un corso con degli istruttori certificati e di comprovata esperienza ed affidarvi a loro per una sessione personale o di gruppo. Attenzione: non affidatevi a chi si improvvisa tecnico o ai consigli degli amici!

Ci stavamo dimenticando l’ ultima verifica da fare. Mente sempre attenta e attenzione alle stelle!

Siamo pronti, che la stagione cominci!!

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto