Motospia

Il punto sulla linea: DUCATI STREETFIGHTER V4

DUCATI STREETFIGHTER V4

DUCATI STREETFIGHTER V4 : Il design italiano che il mondo ci invidia

Gli elementi della filosofia streetfighter ci sono tutti ed al massimo livello.

Importante il ruolo del propulsore con i componenti fanno capolino dal telaio ma disorientano come se si stesse guardando una astronave, solo i cilindri posteriori sono veramente riconoscibili come tali.

Il codino rastremato e cavo al suo interno riprende magistralmente un’invenzione Ducati ed è estremamente inclinato in avanti, sembra lanciare una sfida in accelerazione permanente.

Molto curata la dinamicità del gruppo sella serbatoio in particolare nella zona di raccordo col radiatore, giustamente elaborata per una moto di questo tipo. I deflettori in stile MotoGP sembrano più gadget che qualcosa di integrato nella linea.

Molto curato anche il radiatore che è una parte molto importante dal punto di vista della volumetria. La piccola carena sotto-motore è molto aderente e perfettamente raccordata con il puntale satinato. Non è raccordata con il collettore di scarico, la scelta di mostrare il carter motore è vincente perché verticalizza la linea ed aumenta la percezione della compattezza.

Molto probabilmente una delle realizzazioni dello stile italiano che il mondo ci invidierà.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto