IL DELEGATO AMBIENTALE NELLE MANIFESTAZIONI MOTOCICLISTICHE

È sempre più frequente nelle manifestazioni motociclistiche nazionali ed internazionali la presenza di un “delegato ambientale”. Questo particolare “giudice” svolge un ruolo prettamente tecnico. Egli ha lo specifico compito di essere d’ausilio agli organizzatori delle manifestazioni motociclistiche per una corretta attuazione delle misure di sostenibilità ambientale.

Sostenibilità e sport motoristici

Sostenibilità e sport motoristici si trovano solitamente agli antipodi. Nel corso degli ultimi anni, però, l’Europa ha chiesto sempre con più insistenza che lo sport rivedesse i suoi comportamenti. Ciò al fine di raggiungere la riduzione dell’impatto ambientale, individuando una serie di obiettivi e traguardi volti alla tutela e la salvaguardia dell’ambiente.

La gestione ambientale in un evento motociclistico

Durante le manifestazioni motociclistiche è opportuno promuovere tra tutti i soggetti coinvolti e un comportamento responsabile nei confronti dell’ambiente. Diventa importante far riflettere i singoli team e i piloti sul rispetto di alcune regole. Ciò è possibile supportandoli con indicazioni utili e offrendo loro strumenti per metter in atto concretamente tale salvaguardia.

Incoraggiare negli spettatori un comportamento corretto

Agli spettatori è demandato un ruolo importante nel mantenere l’ambiente pulito e intatto. Ciò a patto che chi organizza sappia progettare e predisporre procedure idonee all’accoglienza del pubblico e alla sua gestione. È importante, ad esempio, progettare le aree parcheggio in luoghi lontani da banchine o fasce verdi, vietandolo nelle aree caratterizzate dalla presenza di erba alta. Sarebbe importante stipulare accordi con gli enti locali per rafforzare i trasporti pubblici da e per la zona di gara. Importante è, ad esempio, la campagna di informazione del pubblico sui comportamenti responsabili all’interno dell’area dell’evento motociclistico. Molte altre sono le azioni che possono essere messe in atto per salvaguardare la natura e contribuire ad allungare la vita del nostro pianeta.

Protezione degli habitat naturali: Flora e Fauna

Al fine di favorire un utile approccio alla salvaguardia della flora e della fauna, è opportuno, in eventi off road, controllare gli ambienti naturali dell’area in cui si svolgerà l’evento motociclistico. Nella pianificazione dei percorsi di gara è fondamentale, infatti, l’individuazione di aree protette che devono essere preservate da “invasioni” estranee che distruggerebbero flora e fauna esistenti.

Le funzioni del delegato ambientale nelle manifestazioni motociclistiche

Nello svolgimento delle sue funzioni sul campo, il delegato ambientale relaziona eventuali criticità al direttore di gara che ha successivamente il compito di provvedere alla risoluzione delle non conformità nelle manifestazioni motociclistiche. Prima della gara, il delegato ambientale esamina e relaziona sull’organizzazione dell’evento in relazione all’ecosostenibilità dell’evento stesso. È chiaro che il delegato ambientale per svolgere al meglio il suo compito deve avere accesso a tutte le informazioni riguardanti la gara e il suo territorio.

Fornire agli organizzatori ed agli ufficiali di gara in servizio le dovute raccomandazione su tutti gli aspetti della manifestazione che possano avere potenziali conseguenze ambientali è il suo obiettivo principale.  

In un’area di gara va verificata la presenza di attrezzature che possano essere inquinanti o possano produrre eventi inquinanti. E’ bene che vadano segnalate eventuali criticità ambientali che possano generare situazioni di rischio per l’ambiente. Per far ciò il delegato ambientale è bene che studi eventuali specifiche ordinanze locali (ad esempio quelle che regolano i livelli sonori degli eventi motoristici). Ciò al fine di redigere in modo puntuale una relazione sulla pianificazione e gestione ambientale della gara.

Ambiti di sostenibilità ambientale e attività motociclistica

Sono diversi gli ambiti in cui si indaga e si interviene per sostenere l’ambiente. È dalla sincronia delle indagini e delle conseguenti azioni di risoluzione delle non conformità che scaturisce l’innalzamento del livello di sostenibilità ambientale.

Colle del Turano
Il suolo

Specialmente nelle gare di trial, enduro e cross gli effetti derivanti dall’elevata attività motociclistica sul terreno possono causare la compattazione del suolo, la diminuzione del grado di infiltrazione dell’acqua o l’erosione del suolo stesso. È chiaro che gli organizzatori di gare e manifestazioni dovrebbero avere l’onere di ridurre tali effetti predisponendo misure necessarie per il ripristino dei suoli degradati, compattati o con esposizione della roccia dopo un evento motociclistico. Diventa ovviamente oneroso importare altro suolo locale nelle aree interessate dall’evento o, addirittura, stabilizzare il terreno con reti metalliche, seminare e/o piantumare nuovi arbusti.

Inquinamento chimico del suolo

Perdite nel suolo di carburante, olii, fluidi per pulire e sgrassare, fluidi per freni o di raffreddamento possono alterare dell’equilibrio chimico-fisico e biologico del suolo. Queste alterazioni lo predispongono all’erosione e agli smottamenti. Per preservare il terreno occorre quindi che l’organizzazione doti i team, ad esempio, di idonei contenitori e strutture per il recupero di rifiuti liquidi, oli, detergenti ed altro.

Tappeto paddok ecocompatibile

È un tappetino composto da una porzione superiore assorbente e da una porzione inferiore impermeabile. Su di esso si poggia la moto nel box del parco piloti o nel paddok in attesa della gara di enduro/trial/cross. Serve a preservare il suolo a protezione del terreno. La presenza di questo tappetino è anche prevista sotto tutti i contenitori per la raccolta olii e carburanti , nei punti ufficiali di rifornimento o sotto i generatori termici e le idropulitrici.

Pulizia dei mezzi

È chiaro che la pulizia dei motocicli e delle relative componenti è bene che sia effettuata esclusivamente laddove esistano i dovuti servizi di lavaggio, utilizzando solo acqua, senza l’aggiunta di prodotti chimici.

Emissioni sonore

L’inquinamento acustico è uno dei principali problemi da gestire durante una gara motociclistica. Esso non solo è prodotto dalle moto ma anche e soprattutto è generato dai sistemi di amplificazione sonora nell’area paddock e nelle aree aperte al pubblico. Le emissioni sonore non dovrebbero mai superare la soglia di 85 dB(A). Esse devono essere conformi alle specifiche ordinanze locali che regolano i livelli sonori degli eventi motoristici.

Campionati europei di EnduroEmissioni in atmosfera

L’emissione di monossido di carbonio (CO), anidride carbonica (CO2) ossidi di azoto e loro miscele (NOx), anidride solforosa (SO2), e i composti organici volatili (VOC), oltre che al sollevamento di polveri sono i principali fattori inquinanti durante l’esercizio dell’attività motociclistica. L’emissione di queste sostanze è prodotta dai motori a combustione interna alimentati principalmente da combustibili fossili. La combustione interna nei motori alimentati a combustibili fossili è responsabile anche di una quota di emissioni di polveri sottili (PM10). Per limitare l’inquinamento da emissioni è bene, ad esempio, evitare l’uso dei motori all’interno dei paddock senza reale necessità.

Consumo di elettricità e carburante

Il corretto dimensionamento degli apparati elettrici, l’uso di illuminazione a basso consumo, l’utilizzo di tecnologie di climatizzazione ad alta efficienza energetica, l’utilizzo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili sono alcuni degli accorgimenti per ridurre il consumo di energia. Senza carburante le moto – si sa – non vanno… ma l’utilizzo di combustibile senza piombo, senza additivi (ad eccezione dell’olio per motori a due tempi) è comunque una buona norma.

Preoccuparsi di dare un piccolo contributo per salvare il pianeta è oggi lo sport che tutti dovremmo praticare: dagli organizzatori, agli atleti al pubblico!

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto