Motospia

Il 31% dei motociclisti inglesi rifiuta le moto elettriche Secondo una indagine del Motorcycle Action Group

Moto Elettriche

Un recente sondaggio condotto dal Motorcycle Action Group (MAG), il 31% degli intervistati smetterebbe di usare la moto se le elettriche sostituiranno quella a motore endotermico.

Il Motorcycle Action Group (MAG) è un’organizzazione per i diritti dei motociclisti del Regno Unito nata nel 1973. Iniziò la sua storia battendosi contro la legge che imponeva il casco… Ma nel tempo si è evoluta e attualmente collabora con i governi locali anche per lottare contro i furti di moto e aumentare la sicurezza su strada.

moto elettriche
La Triumph TE-1, prototipo di moto elettrica.

Recentemente MAG ha condotto un sondaggio riguardo il  piano del Governo inglese di eliminare gradualmente i veicoli a quattro ruote alimentati a benzina entro il 2030. Partendo dal presupposto che la nuova legge si estenderebbe anche a motociclette e scooter. il sondaggio di MAG ha posto domande a circa 5.000 motociclisti, di cui un terzo membri dell’associazione e due terzi no. 

La prima domanda dello studio riguardava il potenziale divieto di nuove moto endotermiche. Solo l’8% degli intervistati sosterrebbe un tale divieto, mentre il 36% spera che sia ritardato rispetto a quello delle auto. E il 55% dichiara che si opporrebbe apertamente. Ed il 38% dichiara che appoggerebbe la collaborazione di MAG con altre associazioni per opporsi tutti insieme al provvedimento. 

L’ultima domanda del sondaggio riguardava l’atteggiamento dei motociclisti nei confronti delle moto elettriche. Sorprendentemente, ben il 31% ha dichiarato che smetterebbe di guidare se l’elettrico sostituisse la combustione interna. Il 56% resisterebbe alla conversione il più a lungo possibile e solo il 13% salirebbe subito in sella alle moto elettriche.

Risultati preoccupanti se letti con gli occhi di un produttore di moto elettriche. Ma bisogna considerare che il sondaggio è stato condotto fra appassionati dichiarati. E non si sa quali fossero le fasce d’età intervistate, né sono disponibili altri dati importanti come l’estrazione sociale, il luogo di residenza, ecc ecc. 

Insomma, in assenza di maggiori informazioni è difficile capire quanto sia attendibile la ricerca. 

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto