Motospia

Tesla pronta a condividere la rete Supercharger Questo può dare una spinta all’uso delle moto elettriche

Tesla

Uno dei problemi principali che rallenta la diffusione delle auto e moto elettriche è la carenza di una rete di stazioni di ricarica veloce. Ora Tesla annuncia che a breve (magari già a fine 2021), potrebbe “aprire” la sua rete Supercharger anche agli utenti di altri marchi.

Il 26 luglio 2021, nella riunione in cui ha annunciato i risultati del secondo trimestre 2021, Tesla ha annunciato che in un prossimo futuro prevede di “aprire” la sua rete Supercharger (sicuramente la più capillare e diffusa al mondo) anche ai veicoli degli altri costruttori. Questa è una notizia molto importante per tutto il mondo della mobilità elettrica. 

Chi vorrà usufruirne, avrà bisogno dell’app Tesla installata sul suo  smartphone. Quindi, arrivati al punto di ricarica Supercharger, basterà indicare tramite l’app in quale piazzola ci si trova, quanta ricarica si desidera, per poi collegare il veicolo.

Tesla

«Ci saranno limiti di tempo. Se la velocità di ricarica è super lenta, a qualcuno verrà addebitato di più perché il più grande vincolo al Supercharger è quanto tempo è occupato lo stallo —, ha detto Elon Musk, gran capo di Tesla, che poi ha continuato —. La ricarica nelle ore di punta sarà più costosa rispetto alla ricarica fuori orario perché ci sono momenti in cui i Supercharger sono vuoti e momenti in cui sono pieni zeppi».

C’è il problema dei veicoli che usano connettori diversi. Ma Tesla prevede anche di rendere disponibili presso i suoi Supercharger tutti i connettori necessari.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto