Motospia

La Indian si dà alla tecnologia: radar, laser e telecamere Un brevetto che sfrutta questi sistemi per aumentare la sicurezza

Indian

La Indian sta sviluppando un sistema di assistenza alla guida che sfrutta radar, laser e telecamere contenute nel faro. Lo scopo è quello di dare sempre più sicurezza ai motociclisti. 

Indian Motorcycles ha un brevetto per un nuovo impianto di illuminazione che può essere ampliato con un radar o un sistema laser e funziona con un controllo della profondità dei fari dipendente dalla velocità.

Indian

Nell’involucro del faro potrebbero essere inclusi anche sistemi radar o di telecamere per il monitoraggio del traffico circostante. Da una combinazione dei due, Indian potrebbe offrire un sistema che mantiene automaticamente la distanza dai diversi tipi di veicoli. Il sistema dovrebbe anche essere in grado di calcolare e valutare le distanze rispetto a un gruppo di motociclette che sono davanti, di lato e dietro. Insomma, la classica situazione di guida in gruppo, molto popolare negli USA.

Indian

Indian vorrebbe avvertire il pilota sulle distanze pericolosamente ravvicinate ad altri veicoli tramite varie opzioni. Sta pensando a  spie che lampeggiano a velocità diverse negli specchietti o negli strumenti, ma anche ad aree vibranti nella sella che dovrebbero segnalare pericoli nell’angolo cieco.

Il sistema prevede anche una sofistica funzione cornering.

Il sistema dovrebbe controllare anche luci di tipo  “cornering”. E a questo proposito Indian ha depositato un brevetto per un sistema di fari adattivi che funziona anche con gli abbaglianti accesi. Per fare ciò, Indian sta pensando ad un sistema che utilizza l’IMU (Inertial Measure Unit) per rilevare l’inclinazione della moto e controlla diversi segmenti LED in un faro fortemente segmentato in modo che gli anabbaglianti e anche gli abbaglianti si illuminino in curva. Ciò richiede non solo il sistema di misura, ma anche un complesso sistema di controllo per il totale di 14 segmenti LED. Si tratta comunque di una novità rispetto ai sistemi attuali proposti da alcuni costruttori, che si limitano ad accendere delle lampade supplementari in curva.

Il sistema della Indian regola anche la portata dei fari in funzione della velocità. Ci sono tre livelli: a 30 km/h il cono di luce è corto e largo. Poi si allunga e restringe a 60 e 90 km/h.

© 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto